Recensione

 
 
 

Just Dance 3

Data : 08 Novembre 2011 09:30 - Autore : Felice Di Giuseppe - 0 commenti -

Just Dance 3 600X300

 

Titolo: Just Dance 3

Piattaforme: Xbox 360 (Piattaforma di prova), PlayStation 3, Nintendo Wii

Publisher: Ubisoft

Developer: Ubisoft

Genere: Rhythm Game

Data di lancio: 14 Ottobre 2011

 

Nella mega line-up Kinect 2.0 di quest'anno non poteva mancare la linea di titoli Ubisoft. La softco. francese, forte del successo dello scorso anno e dell'esperienza ballerina di The Michael Jackson The Experience, ha infatti lanciato Just Dance 3, primo titolo della serie ad arrivare su lidi diversi da quelli nintendari su cui ha avuto successo. JD3 ha dei competitor diretti su entrambe le piattaforme HD e per questo motivo ha un target ed una filosofia ben precisa: il divertimento nudo e crudo. In un mercato dove Dance Central 2 di Harmonix punta alla spettacolarità e alla difficoltà delle coreografie, Ubisoft non ha altro da fare se non trarre vantaggio dalla suddetta caratteristica dei videogames rivali, confezionando un gioco più accessibile, colorato e simpatico. Ma non è tutto oro quel che luccica, andiamo a vedere il perché.

 

Parliamoci chiaramente: non ha mai avuto gran senso - e mai lo avrà - giocare ad un gioco di ballo con il solo Wiimote tra le mani. Poi, se vogliamo prenderci in giro, ben vengano i movimenti non tracciati dai motion controller Nintendo e Sony. Quindi la produzione Ubisoft dovrebbe trarre vantaggio dal "full body tracking" dell'hardware Microsoft; ecco appunto: dovrebbe. Usiamo il condizionale perché, al contrario del già citato rhythm game dei creatori di Rock Band, nei momenti più concitati delle coreografie JD3 si perde in un bicchier d'acqua, risultando confusionale e poco preciso. Un vero peccato, vista la grande varietà di brani divertentissimi da ballare; per non parlare del multiplayer che, con quelle caratteristiche, doveva essere supportato da una migliore rilevazione dei movimenti.

 

just dance 3 shot

 

Il bagaglio musicale di questo titolo è ricco e pieno di successi alla moda: Katy Perry, LMFAO e i The Black Eyed Peas, giusto per citarne alcuni. Tutti brani popolari, eccitanti e recentissimi. Questi ultimi si vanno ad affiancare ad una selezione di hit del passato, tra cui non possiamo far a meno di citare l'indimenticabile "Take on Me" degli A-ha. Insomma, bella roba, se non fosse per le grosse pecche che si fanno sentire ad ogni canzone. Ci sembra davvero strano che dopo un'esperienza precisissima targata "la concorrenza", Kinect non riesca a tracciare i movimenti più particolari e ricercati dei balletti. Purtroppo tutto questo non viene tradotto in fallimenti o punteggi bassi, ma si ha la sensazione che la periferica prenda per buono qualsiasi passo che si avvicini lontanamente a quello richiesto. Il vero problema però è proprio questo: quella sensazione è semplicemente la dura realtà. E allora diamo pure spazio al target puramente casual e apriamo la pista da ballo anche ai bambini e alle persone più impacciate, in fondo che male c'è nel volersi divertire ballando?

 

Abbiamo citato la modalità multigiocatore e ne parleremo in questo piccolo paragrafo dedicato. Alcuni brani di JD3 permettono di eseguire una coreografia a più giocatori, fino a quattro in alcuni casi. Ogni giocatore avrà delle movenze uniche da portare a termine, mettendo su show differenti e ben articolati. A volte ci verrà proposta anche una sorta di interazione con i propri partner.

Concludiamo citando le sfavillanti e coloratissime esperienze visive in cui si tramuta il gioco grazie al suo comparto grafico. Come da tradizione della serie, ci saranno proposte silhoutte in movimento sulla pista da ballo impegnate a performare i passi con diverse tonalità. Anche se questo vuol dire che il gioco non ci proporrà i nostri movimenti in tempo reale, il tutto si traduce in un tripudio di colori, una gioia per gli occhi dovuta anche a tutti gli "effetti speciali" che riempiono lo schermo.

 

Commento Finale

Con questo terzo capitolo multipiattaforma, la serie Just Dance prosegue sulla stada del successo votato al puro divertimento. Anche se la via da percorrere è ancora lunga, l'obiettivo viene centrato in pieno. "In fondo che male c'è nel volersi divertire ballando?"


3/5

Vota l'articolo:

 

Condividi:



Vuoi scrivere un commento sull'articolo? Effettua il login!

I vostri commenti


 
 
 
Games365.it - © 2011 X5G - P.IVA 02513140646 - Tutti i diritti sono riservati - Tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito.
Esecuzione in: 0.13 sec.