Recensione

 
 
 

Stronghold 3

Data : 28 Ottobre 2011 09:00 - Autore : Giulio Pratola - 0 commenti -

Stronghold 3 600X300


Titolo: Stronghold 3

Piattaforme: PC (Piattaforma di prova)

Publisher: Steam (Versione provata in digital download)

Distributore: Cidiverte

Developer: Firefly Studios

Genere: RTS, Strategico/Gestionale

Data di lancio: 25 Ottobre 2011.

 

Un po' come avviene per libri e cinema, anche nel mercato dei videogames vi sono quei prodotti di nicchia che sopravvivono grazie ad una nutrita schiera di appassionati, la quale non desidera altro che rigiocare la stessa collaudata formula all'infinito, con le opportune migliorie richieste di volta in volta. Sicuramente è il caso dei Firefly Studios che dal 2001 sono al lavoro al franchise Stronghold, e sono riusciti ad imporsi come must-have per tutti i puristi della strategia medioevale semplificata. Dopo dieci anni dal debutto su PC della serie, ci ritroviamo a recensire Stronghold 3, titolo che fra le altre cose promette di portare più varietà nonostante un gameplay "granitico" che non accenna a cambiare. Partiamo dagli albori.

Parlando in termini di singleplayer questa terza simulazione feudale propone ben quattro modalità, di cui due principali e due di contorno. Sin dagli inizi potremo liberamente scegliere da dove cominciare, cimentandoci nella Campagna Economica, nella Campagna di Guerra, affrontando le battaglie storiche o avviando una sessione di costruzione libera. A parte le neonate sortite "famose", tutte le modalità sopra-elencate erano già presenti negli altri Stronghold e non "spaventeranno" minimamente gli utenti.
La Campagna di Guerra, come potete intuire, ci metterà nei panni di un regnante vilmente assalito dalle forza dello Sciacallo, e quindi costretto a ricostruire il proprio esercito da zero per potersi difendere, prima, ed attaccare, poi. Nella modalità economica, invece, avremo l'arduo compito di regnare con saggezza, al fine di riportare il reame ai fasti precedenti la guerra, permettendo ai nostri "poveri" abitanti di dimenticare le situazioni terrificanti vissute per via dei nemici.
Come potete intuire la natura delle due tipologia di storyline è nettamente differente, ma l'evoluzione del vostro castello poggierà comunque sulle stesse basi. In un certo senso, potremmo dire che la scelta fra economia e guerra è puramente legata al vostro stile di gioco, dato che la decisione di imbracciare o no l'arco spetta soltanto a voi.
Qualunque sia la vostra scelta il plot si svilupperà seguendo gli stessi canoni stilistici, ovvero tramite tavole illustrate che mostrano l'evolversi delle vicende, mentre un narratore vi spiega cosa sta effettivamente accadendo ai protagonisti. Chiaramente l'immersione e il coinvolgimento, in Stronghold, non derivano da una trama ben studiata, ma bensì dall'insieme di elementi che vanno a comporre l'intera esperienza di gioco, dato che il concetto stesso di RTS, Strategico/Gestionale, contribuisce da se a farvi sentire un Deus Ex Machina.

Stronghold 3 shot Proprio in quell'insieme rientrano anche le meccaniche di gameplay, che in questo nuovo capitolo della serie sanno inevitabilmente di già visto. Questo ci costringe a parlare brevemente delle novità, ovvero dello sbandierato ciclo giorno/notte che è rimasto al centro della campagna di marketing per tutto il periodo di sviluppo. Esattamente come previsto, il passaggio dei giorni verrà scandito dal susseguirsi di Luce e Oscurità, che contribuiranno drasticamente a cambiare l'impatto grafico del titolo. Avete letto bene, grafica. Al contrario degli influssi sulla partita che ci si poteva attendere da un'introduzione come questa, la scelta d'implementare un ciclo naturale, con tanto di nuovi effetti atmosferici, non è altro che tecnica e non comporta nessun cambiamento forzato, e improvviso, nell'evoluzione della partita.
Tralasciata questa godibile, ma relativamente inutile, novità, ci rendiamo conto che Stronghold 3 non fa proprio nulla per differenziarsi dai predecessori, andando a ricalcare millimetro per millimetro il proprio retaggio, senza nemmeno tentare di osare qualcosa di diverso. Di per se la strategia e la gestione proposta dal gioco sono già atipiche, dato che il tutto si svolge in mappe piccolissime che offrono pochi spunti tattici e minano la varietà, solitamente resa possibile dal genere di appartenenza. Se poi a questa impostazione si aggiunge la generale piattezza di una formula vecchia di dieci anni, ci si rende conto che la softco. non si è minimamente impegnata per migliorare il proprio prodotto o che, forse, era necessario focalizzarsi su aspetti del gioco che avessero più appeal verso le nuove generazioni.
Ovviamente questa nostra considerazione è forzata dalle circostanze, ma in effetti la staticità del franchise potrebbe non essere un punto debole per tutti i giocatori. I veri fan del brand apprezzeranno il ritrovamento di meccaniche a cui si è legati da tempo, proprio perchè, come accennato in introduzione, Stronghold è una di quelle serie che si auto-alimenta nel tempo e riesce ad affondare gli artigli pur rimanendo praticamente identica per anni.

Piazzate il vostro magazzino, costruite un granaio per gli approvvigionamenti e avrete via libera per la crescita dell' insediamento. Esattamente come in passato, dovrete studiare il villaggio in modo che i lavori complementari, necessari per il sostentamento, siano sempre funzionanti, e che i soldati, i quali notoriamente marciano sul proprio stomaco, abbiano sempre provviste per affrontare l'eventuale difesa/attacco. Per la maggior parte del tempo non dovrete fare altro che tenere d'occhio le statistiche di crescita, andando a costruire questa o quella struttura quando vi renderete conto che lo status garantirebbe l'entrata di più monete, generando benessere.
Per quanto ci si possa muovere in ambienti limitati, il titolo 7Sixty garantisce anche una certa libertà di "formazione" al vostro carattere da regnante. Avviata una nuova partita potrete settare la gestione in modo da farvi apparire come un despota attaccato ai soldi, oppure diventare così generoso da far arricchire i vostri cittadini al posto delle casse del castello. Chiaramente non si tratta mai di scelte con una netta distinzione, ma potrete anche considerare di utilizzare il pugno duro verso certi aspetti, per poi dimostrarvi magnanimi in altri.
Apriamo una parentesi anche per il multiplayer, che si compone della sola modalità deathmatch e non riesce, purtroppo, a variare a sufficienza l'offerta ludica proposta. Se siete puristi della competizione strategica, comunque, dategli ugualmente un'occhiata.

Stronghold 3 shot Proprio "magnanimi", per tornare al discorso,  bisogna dimostrarsi per giudicare l'aspetto tecnico del gioco, che, dopo tanto hype creato durante lo sviluppo, riesce un po' a deludere per generale realizzazione grafica. Nonostante le ambientazioni siano piccole sono dotate di ogni elemento naturale pensabile, realizzato sufficientemente bene e con un appeal soddisfacente. Il vero peccato è che alcune mappe non siano completamente esplorabili, e che la vegetazione in molti casi vada ad intersecarsi con i modelli delle strutture, creando fastidiose compenetrazioni. Le texture delle abitazioni potevano essere migliorate, di molto, ed a volte appaiono piatte e simili. Le strutture di pietra e quelle in legno si differenziano con gli stessi materiali solo per la forma, dato che non vi è una gran cura nel dettaglio. Zoomando sul terreno si può arrivare ad osservare i popolani nei minimi particolari, ed anche quest'ultimi risultano approssimativi e ci si poteva sicuramente lavorare meglio.
Il discorso contrario, invece, si può portare avanti per il comparto audio che risulta veramente sbalorditivo. Ogni azione produce un suono distinto, ed avvicinando la visuale è possibile ascoltare i rumori creati dalle attività di cittadini e militari. La localizzazione italiana è completa, ed offre un doppiaggio superiore alla norma che ha immediatamente stupito per espressività ed enfasi.

 

Commento Finale

Stronghold 3 è un prodotto di nicchia, che arriva sul mercato senza troppe pretese e non cerca certo di guadagnare nuovi utenti. Il modo in cui Firefly Studios e 7Sixty ripropongono certe meccaniche, già conosciute ai più, ci fa capire che il vero target dei developer sono i fan della serie, i quali potrebbero addirittura essere contenti del rinnovato comparto grafico. Certo, ragionando in termini di mainstream non potremmo dirci assolutamente soddisfatti del titolo esaminato, ma Stronghold va preso per ciò che è: un gioco di nicchia rilasciato per allietare la voglia di strategia di chi segue la serie da tempo.

Se siete dei neofiti, comunque, sappiate che la mancanza di elementi avanzati, per non parlare della facilità con cui si possono bilanciare produzione ed entrate, rendono Stronghold 3 un perfetto prodotto entry level.


3/5

Vota l'articolo:

 

Condividi:



Vuoi scrivere un commento sull'articolo? Effettua il login!

I vostri commenti


 
 


News Correlate

 
 
 

Stronghold 3 subisce un posticipo, nuova finestra di lancio annunciata.

Data : 23 Marzo 2011 17:15 - Autore : Giulio Pratola 0 commenti -
Southpeak Games logo


SouthPeak Games ha diramato un comunicato stampa per aggiornarci sulla situazione relativa a Stronghold 3, terza iterazione del famoso strategico/gestionale dedicato al medioevo.Il gioco Ť stato posticipato per via di alcune decisione della software house, la quale Ť intenzionata ad aggiungere nuove features al gameplay prima del...

Continua a leggere >>
 
 

SouthPeak dettaglia il grande ritorno di Stronghold 3

Data : 20 Giugno 2011 15:45 - Autore : Felice Di Giuseppe 0 commenti -
Stronghold 3 shot


SouthPeak Games ci ha inviato un comunicato ed alcuni screenshot per ricordarci dell'arrivo di Stronghold 3, strategico in tempo reale ambientato nel medioevo in sviluppo presso FireFly Studios e in uscita quest'autunno in esclusiva PC. Vi lasciamo con il comunicato di cui sopra e un paio di immagini:Milano Ė 20 giugno 2011 - Forte...

Continua a leggere >>
 
 

Stronghold 3: annunciata la data di lancio definitiva.

Data : 29 Agosto 2011 11:30 - Autore : Giulio Pratola 0 commenti -
Stronghold 3 shot


Firefly Studios ha inviato un comunicato stampa per ufficializzare la data di lancio europea del terzo capitolo della serie Stronghold, RTS simulativo tutto dedicato al management di un borgo medioevale.Il terzo capitolo della serie promette di tornare sui suoi passi, favorendo una grande somiglianza con l'originale. Per la prima...

Continua a leggere >>
 
 

Firefly Studios mostra la campagna economica di Stronghold 3.

Data : 02 Settembre 2011 17:15 - Autore : Giulio Pratola 0 commenti -
Stronghold 3 shot


Firefly Studios ha diramato un comunicato stampa per presentare, attraverso un video, le peculiaritŗ della campagna economica di Stronghold 3, terzo capitolo del celebre gestionale dedicato al medioevo.Come alcuni di voi sapranno, la campagna principale del gioco si dividerŗ in due parti. In una potremo sviluppare il nostro insediamento,...

Continua a leggere >>
 
 
 
Games365.it - © 2011 X5G - P.IVA 02513140646 - Tutti i diritti sono riservati - Tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito.
Esecuzione in: 0.06 sec.