News

 
 
 

Gamecon 2011: Le nostre impressioni sull'evento partenopeo.

Data : 05 Maggio 2011 09:00 - Autore : Felice Di Giuseppe - 0 commenti -

gamecon


Non è bastata la pioggia incessante di Sabato 30 Aprile per fermare gli appassionati che, come noi, hanno partecipato al Gamecon, il salone del gioco e del videogioco napoletano che da qualche anno a questa parte si svolge contemporaneamente con il più famoso Comicon.

Un ritrovo per appassionati, un weekend all'insegna del nerdaggio puro accompagnato da quella magia partenopea che io stesso non riesco a descrivere. Trentacinquemila i visitatori, due le location, cinquanta gli ospiti nazionali ed internazionali, migliaia le sfide e centinaia i disegni, ma una sola delusione: l'ombra del Salone internazionale del Fumetto che oscura le potenzialità della fiera videoludica.

La componente giocosa va sempre più affievolendosi e se durante gli anni passati si aveva la sporadica possibilità di provare titoli in anteprima, per questa edizione il pubblico si è dovuto "accontentare" della presenza monopolistica di Nintendo, dei vari tornei e di poco altro. Abbiamo virgolettato il verbo perché è proprio questo il problema. Perché bisogna accontentarsi se le potenzialità della kermesse campana si avvicinano a quelle di eventi italiani di maggior richiamo?

Ma mettiamo da parte le lamentele. Lo Stand Nintendo sembra essere diventato il luogo di ritrovo dei partecipanti - più volte abbiamo sentito ragazzi telefonarsi e darsi appuntamento tra le bianche mattonelle del rettangolo mariesco - sarà per la sua aria nintendosa e confortante o per l'ampio spazio, ma è un traguardo del tutto meritato: 32 postazioni Wii e 3DS con i più importanti titoli della line-up dell'azienda giapponese.

Passando al fronte tornei, la presenza di ESL, Programing e 360 Network ha giovato molto al fattore varietà. Dal torneo ufficiale di Killzone 3, alle Olimpiadi di Super Mario e alle sfide su Black Ops, Fifa 2011, PES 2011, Quake 3 Arena, Mario Kart e Tekken 6. Volendo passare l'intero weekend in competizione, l'evento napoletano ne aveva per tutti i gusti.

Quando abbiamo appreso della premiazione intitolata "Brave New Game" siamo riusciti a vedere uno spiraglio di luce che va in direzione di un futuro più ambizioso. Brave New Game è un nuovo premio italiano nato dalla collaborazione di IndieVault.it e Gamecon dedicato agli sviluppatori di videogiochi indipendenti, dilettanti e studenti. Una giuria composta da personalità del calibro di Andrea Pessino (co-fondatore di Ready at Dawn Studios), Antonio Farina (ex-CEO di Mileston), Daniele Azara (esecutive manager e direttore creativo di Palzoun srl.), Matteo Bittanti ( professore di Visual Studies presso il California College of the Arts di San Francisco) e Riccardo Cangini (ex-sviluppatore della storica Simulmondo) ha selezionato i seguenti vincitori:

  • Superhero - Best Game of the Year è stato conferito a Chewy, videogame della olandese Happy Candy Co come miglior gioco indipendente iscritto all'evento e pubblicato nei 12 mesi precedenti alla manifestazione;
  • Daring Hero - Most Innovative Game punta a premiare esperienze atipiche e meccaniche originali; il premio è andato a Fotonica, un gioco sul web creato dal team di Santa Ragione;
  • Clockwork Hero - Technical Excellence è stato consegnato a Monster Trouble, del team bolognese Magic Dream Games come gioco che ha saputo meglio utilizzare la tecnologia a propria disposizione.

Concludiamo ringraziando l'organizzazione per gli accrediti stampa e consigliando a gran voce il ritorno alla separazione delle due fiere, sperando che le sofware house si interessino maggiormente alla calorosa affluenza del popolo partenopeo.

 

Vota l'articolo:

 

Condividi:



Vuoi scrivere un commento sull'articolo? Effettua il login!

I vostri commenti


 
 
 
Games365.it - © 2011 X5G - P.IVA 02513140646 - Tutti i diritti sono riservati - Tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito.
Esecuzione in: 0.06 sec.